TESTIMONIANZE DI FEDE

Testimonianza di Claudia Pozzi
Cari fratelli e sorelle, desidero condividere con Voi l’Ultima Grazia che ho ricevuto sabato 3 ottobre 2020, dalla Madonna di Trevignano Romano.
Mi chiamo Claudia e vivo a Santarcangelo di Romagna in provincia di Rimini e sabato 3 ottobre sono venuta
a Trevignano Romano con il mio gruppo degli amici di Rimini, per l’inconorazione della Madonnina.
Dopo aver detto il Rosario con Tutte le persone presenti e avere ascoltato il messaggio per l’umanità che
Gisella ha ricevuto dalla Madonna, mi sono messa in fila per ricevere la benedizione di Gisella e mentre
sentivo le Sue mani sul mio capo, gli dissi che ero preoccupata per mio padre, che ha 80 anni e che il giovedi’ precedente era stato chiamato dal nostro medico di base, il quale gli aveva detto che aveva una ciste sospetta in un rene e che doveva recarsi con urgenza, a ripetere un’ecografia per capire piu’ a fondo di
cosa si trattasse. Gisella mi disse subito che dovevo stare tranquilla perché non c’era nulla. Mio padre lunedi’ mattina 5 ottobre 2020, si è recato presto in ospedale per ripetere l’esame e il medico
gli dice che non ha piu’ nulla.
Non sto a dirVi la sua sorpresa e felicità, poiché sia Lui che mia madre non hanno piu’ dormito nelle notti
precedenti dalla preoccupazione.
Un’altra Grazia l’ho ricevuta il 3 luglio 2019 e dopo il Rosario, quel giorno nel messaggio per l’umanità, la Madonna disse a Gisella che tutti coloro che erano lì presenti, avrebbero ricevuto delle grazie e cosi’ è stato, perché in quel periodo stavo cercando da diversi mesi, con fatica, un nuovo lavoro e dopo 20 giorni
sono stata contattata da un’azienda che mi ha assunta e presso cui lavoro da oltre un anno. La prima volta che sono venuta a Trevignano Romano è stato il 3 settembre 2018 e ho sentito subito in quel luogo Benedetto da Dio, una pace e una serenità incredibile e ogni volta che ci ritorno, non solo mi sento
felice, ma mi sento anche a casa.
Con infinita Gratitudine e con tutto il mio cuore, ringrazio Gisella e Gianni, che senza risparmiarsi mai con
nessuno e sempre disponibili e accoglienti con Tutti, hanno permesso tutto questo e sono fiera e orgogliosa
di appartenere a questa Meravigliosa Famiglia.
Che la Madonna di Trevignano Romano ci protegga Tutti, per sempre, sotto il Suo Manto Celeste.
Grazie. Vi Voglio Bene.



Testimonianza di Erika Ex Ambasciatore a.i. dell'Ambasciata Boliviana.
Cari fratelli e sorelle, oggi voglio condividere con voi l'enorme grazia ricevuta da nostra Madre in cielo, è una testimonianza che da tempo volevo fare ma speravo di donarla insieme ad un'altra grazia che è correlata e che confido che se è volontà di Dio mi sarà concessa. Sono Erika Ex Ambasciatore a.i. dell'Ambasciata Boliviana presso la Santa Sede. Esattamente da un anno e un mese ho la gioia di assistere alle apparizioni della nostra Madonnina di Trevignano, alle manifestazioni del cielo che si percepiscono durante le apparizioni, a seguire tutti gli eventi a Lei legati e ho incontrato Gisella e Gianni straordinari esseri umani.
Un anno e un mese fa , per volontà di nostra Madre ho letto su un quotidiano a diffusione nazionale delle manifestazioni della Vergine che si svolgevano in un luogo chiamato Trevignano Romano. Per me essendo straniera il luogo mi era sconosciuto ma ero commossa dalla fede e avevo una grande voglia di saperne di più, in quanto la figura di Nostra Madre è sempre stata presente ed è stata una costante nella mia famiglia e mi ha guidato fin da piccola, guidata per mano di nostra Madre.
La prima persona che ho incontrato e chiesto informazioni era giusto di Trevignano, inizio con le domande per sapere come ci si arriva, dove era, ecc e la prima cosa che mi dice è che sapeva di alcune persone che abitavano proprio nel palazzo che andavano ogni mese.
Stupita da tutte queste coincidenze e guidata dalla nostra Madre, sono subito entrata in contatto con le persone in compagnia delle quali, da quel momento in poi sono andata al Campo delle Rose a Trevignano per far parte di queste meravigliose Manifestazioni della nostra Madonnina.
Il nostro paese, la Bolivia, in quel periodo settembre 2019 stava attraversando un momento molto difficile, era governato dal dittatore Evo Morales da 14 anni e voleva essere rieletto incostituzionalmente per la 4a volta, sostenuto dai paesi dell'asse Castro-Chavista e socialista comunista per perpetuarsi al potere.
Il popolo boliviano era stanco e non voleva il comunismo nel nostro paese che stava combattendo.
La prima volta che assisto alla Manifestazione della Madonnina rimango profondamente sbalordita, sento davvero la sua viva presenza, cado in ginocchio davanti a nostra madre e metto nelle sue mani il nostro Paese chiedendole il suo aiuto perché non permetta al comunismo di entrare in Bolivia.
Al termine del Santo Rosario e quando stavamo per tornare a Roma, esprimo il mio grande desiderio di incontrare Gisella e una delle persone che era con noi va a cercarla e con mia incredulità, Gisella e Gianni vengono miracolosamente in macchina a parlarmi, da quel momento l'armonia, la simpatia e la vicinanza con loro si manifesta durante questi mesi.
Il primo grande segno dal cielo che abbiamo potuto percepire quando abbiamo cominciato ad allontanarci dal luogo dell'apparizione è stato che tre bellissimi raggi di luce provenivano dal cielo verso l'auto e ci hanno accompagnato per qualche minuto nel cammino.
Da quel momento si sono intensificate le nostre preghiere e la preghiera al Santo Rosario, aiutati da Gisella e Gianni e dal gruppo di Trevignano che ha chiesto aiuto a nostra Madre.
La fede riposta nella Vergine, le preghiere incessanti, i Rosari e il grido di tutto il popolo a Dio hanno prodotto il più grande MIRACOLO che potessimo immaginare.
Incredibilmente le persone che sono state vittime per 14 anni si sono alzate con la forza che Dio ci ha dato e per l'intercessione della sua Santa Madre siamo riusciti a rimuovere il dittatore che andò in esilio prima in Messico e poi in Argentina .
Fu così istituito un governo cattolico di transizione, nessuno credeva che sarebbe stato possibile, eravamo praticamente rassegnati, solo l'aiuto della MADONNINA DI TREVIGNANO e l'aiuto delle nostre preghiere, le preghiere di Gisella, Gianni e del gruppo di preghiera di Trevignano hanno reso possibile questa grande grazia.
La prima cosa che abbiamo fatto è stata ringraziare Nostra Mamma e Dio, perché senza il loro aiuto questo non sarebbe stato possibile. Ho messo ai suoi piedi la bandiera del nostro Paese con la promessa di portargli in futuro una bandiera degna di essa.
Rendo questa testimonianza in occasione della sua incoronazione nel campo delle rose il 3 ottobre 2020.
Il 18 ottobre si terranno le elezioni dopo la grande frode che Evo Morales organizzo' a ottobre 2019 per perpetuarsi al potere, il nostro Paese è ancora in fermento perché il caudillo che fa asilo in Argentina continua a cercare di riprendere il potere a tutti costi.
Proseguiamo con la nostra mano in quella di nostra Madre e protetti dal suo Mantello, pregando molto e fiduciosi che il nostro Paese finalmente si muoverà su un cammino di pace.
Desidero inoltre testimoniare che siamo stati testimoni durante le apparizioni della Vergine delle molteplici manifestazioni del cielo, del miracolo del sole che ruota sul suo asse, che si avvicina alla terra, diventa un'Ostia Consacrata avvolta dalla luce rosa, ma il Miracolo di Avere e sentire la presenza di Nostra Madre così vicina in mezzo a noi è una sensazione indescrivibile.
Rendiamo grazie alla Vergine Maria e glorifichiamo Dio nostro Signore per il grande Miracolo concesso al nostro Paese e Gisella e Gianni per l'aiuto che ci hanno dato e continuano a darci.
Roma li 03 ottobre 2020




TESTIMONIANZA DI GIADA
Trevignano romano 29 gennaio 2018
Vorrei condividere con voi la gioia che ho nel cuore..
Salve a tutti, mi chiamo Giada, vivo a Trevignano Romano, sono la mamma di Emma .. mercoledì la mia bambina mentre giocava, è caduta, pensavo che non gli fosse capitato nulla, poi guardandola bene, mi accorsi che si era formato un bozzetto nel polso destro e allora la portai subito al pronto soccorso , dove prontamente gli fecero subito una radiografia rx e una ecografia. I medici, dopo un analisi approfondita stabilirono che si trattava di una cisti, ma dissero anche che con il crescere si sarebbe assorbita.
La mia preoccupazione si faceva sempre più forte.. (premetto che sono credente e sorella in Cristo di Gisella e Gianni e del nostro meraviglioso gruppo tutti loro sono la mia seconda famiglia..!!!!) Gisella, saputo dell’accaduto , mi chiama per sapere che avevano detto i medici per la bambina, poi mi dice di chiamare subito un suo amico medico ortopedico Roberto molto bravo, “ chiama questo dottore e fai controllare la bambina da lui” allora chiamo subito il dottore Roberto che visita a studio a Civitavecchia e gli invio la foto della manina e tutto il referto del pronto soccorso, e lui mi risponde dicendo che quella cisti sicuramente era da esportare, ma io preoccupata gli faccio altre domande e lui per tranquillizzarmi mi disse: signora mi faccia vedere la bimba poi decidiamo ok? A questo punto prendo appuntamento per il lunedi... Io non stavo per niente tranquilla.
Sabato 20 gennaio 2018, mi reco in chiesa,  Sacro cuore di Gesu’, insieme ad Emma , per l’appuntamento della recita del Santo Rosario, ci sediamo e iniziamo a pregare la nostra Mamma Celeste e chiedendo a lei di mettere la sua mano su quella di Emma!!
Sta per iniziare il Santo Rosario e vedo entrare Gisella, e mentre passava, un profumo meraviglioso d’amore e di pace inondava tutta la chiesetta. Gisella si siede e chiama Emma vicino a lei, guardandola bene mi accorsi che aveva le mani fasciate con delle garze “(aveva le stigmate)” e quel profumo meraviglioso proveniva dalle sue mani .
Inizia il Santo Rosario, Gisella accarezzava con la sua mano, la manina di Emma e giunti al terzo mistero Emma viene da me.. mi dice : Mamma mamma ho tanto sonno, e io, Memmi ( cosi la chiamiamo a casa ) non dormire che tra un pò arriva la Madonnina ( ho scoperto dopo che il sonno che aveva la bambina era il riposo dello spirito).
Durante l’apparizione della Madonnina, ancora una volta gli chiesi di mettere la sua mano sopra la manina di Emma. Finito il Rosario torniamo a casa e nulla accade fino al lunedì mattina.
Emma si sveglia gridando, Mamma Mamma, la Madonnina mi ha guarita !!!! corro da lei e nel polso non aveva più nulla, mi scesero le lacrime e allora ho detto “ la Madonnina mi hai ascoltata, grazie Mamma!” Decido comunque di andare dal dottore.
Arrivo dal medico a civitavecchia presso lo studio, guarda mia figlia e mi dice : ma signora l’ho fatta venire inutilmente,  qui non c è nulla , mentre nella foto che mi ha mandato si vedeva benissimo che si trattava di una cisti, ma io gli dico: non so se lei crede ma io sabato sono stata in chiesa per la recita del Santo Rosario e ho pregato molto affinchè venissi da lei, sperando che mi dicesse tutto cio’; mi guarda e mi dice : signora io le credo perchè stamani ,  le avrei fissato sicuramente un appuntamento per l’intervento !!!!
La mia gioia è che la nostra Mamma Celeste ci ascolta.
La fede ci salva tutti !
queste sono le foto di prima e dopo GRAZIE MAMMA E GRAZIE GISELLA E GIANNI DEL VOSTRO VERO SI.


                           FOTO PRIMA                FOTO DOPO 
Aggiungi didascalia




TESTIMONIANZA DI ALESSANDRA DI ROMA

Ogni 3 del mese vado  all'appuntamento del Santo Rosario sul monte a Trevignano, ed è per me imperdibile. A giugno di quest'anno una persona a me molto cara, scopre che il marito, col quale si era sposata l'anno prima e dal quale aveva avuto da 2 mesi una bimba meravigliosa , si era invaghito di un'altra donna e voleva mettere fine al matrimonio. Disperata mi telefona raccontandomi l'accaduto e chiedendomi preghiere. Ho cercato di rassicurarla per quanto possibile e l'ho invitata a recitare il Santo Rosario ogni giorno, promettendole che il 3 di Agosto sul monte a Trevignano Romano avrei chiesto alla Madonnina di salvare il suo matrimonio. Così feci! Quel giorno la Madonnina disse che avrebbe concesso tante grazie ed io per tutto il tempo ho sentito un meraviglioso profumo di rose, non so perché ma ero certa che avrebbe ascoltato anche la mia preghiera e così è stato. Dopo pochi giorni ricevo la telefonata di questa persona che mi racconta che il marito aveva deciso inaspettatamente di tornare a casa da lei e dalla bambina. La loro famiglia si è riunita proprio come avevo chiesto alla Madonnina e adesso che sono passati diversi mesi le cose per loro vanno meglio di prima. Rendo questa testimonianza a lode e gloria di Dio e di Maria, madre buona e misericordiosa che non abbandona mai i suoi figli !

Grazie Mamma


TESTIMONIANZA DI RITA 
Mi chiamo Rita, ho 76 anni e vivo a Formello. Vi scrivo per testimoniare due grazie ricevute dalla Madonnina di Trevignano. A seguito di un esame effettuato a Maggio agli occhi, mi era stata riscontrata un inizio di maculopatia che dovevo monitorare per tenere sotto controllo la sua evoluzione. Il 3 novembre mi reco sul monte per la recita del Santo Rosario e il 10 ripeto la visita oculistica dalla quale viene fuori che gli occhi sono perfettamente sani, nessun segno di maculopatia, non ci credeva neanche l'oculista che ha voluto l'esame precedente per studiare il caso che a detta sua era più unico che raro. Il 3 Dicembre 2017 il secondo segno meraviglioso. Dopo la recita del Santo Rosario, abbiamo letto tutti insieme una lunga preghiera di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria. Solo alla fine mi sono accorta di aver letto benissimo senza gli occhiali, cosa che solitamente, per via dell'età, senza lenti non riesco assolutamente a fare.
Evviva Maria




TESTIMONIANZA DI MORENA DI TERNI
Salve mi chiamo Morena e vivo a Terni, è dallo scorso anno che mi reco assiduamente il 3 di ogni mese alla collina delle apparizioni della Madonna di Trevignano Romano un paesino vicino al lago.  Nel mese di settembre 2017,  accusando diversi disturbi decisi di fare dei controlli. Mi recai dalla mia dottoressa che mi diagnosticò un polipo di 8,3 x 7,1 all'endometrio. Mi chiese di rifare il controllo dopo circa 20 giorni per ulteriore esame di approfondimento, un' istereoscopia, premetto che sono una persona credente e praticate. Frequento assiduamente la S.Messa e anche dei gruppi di preghiera. La mia conversione è avvenuta 22 anni fa', ma in questo periodo di attesa per il secondo controllo ci fu l'incontro di preghiera mensile del 3 a Trevignano Romano. Come sempre in quel giorno, pregai la Madonna e Gesù di aiutarmi per la mia guarigione. Quel giorno, io dissi  a Gisella di pregare, affinché anche lei potesse intercedere  con la nostra madre celeste per me, le dissi anche che nei successivi 3 giorni, avrei dovuto rifare la visita per ulteriori approfondimenti e lei appoggiando la sua mano sulla parte malata, mi rassicurò dicendomi di andare tranquilla alla visita perché la Madonna le disse che sarebbe andato tutto bene. Io rimasi molto colpita e  felice. Nei giorni successivi mi recai dalla mia dottoressa la quale mi fece l'ecografia, e con grande stupore rimase senza parole perchè  il polipo era scomparso, non c’era più traccia. Per questo ringrazio Gesù e Maria per l'inaspettata guarigione e ringrazio tanto Gisella per la sua intercessione e le preghiere che fece per  me e per tutti noi. Per  togliere ogni dubbio comunque  anche a persone che non credono e che hanno il cuore duro, dispongo di esami ecografici che attestano quanto ho scritto. Amen e che la Madonna e Gesù sia sempre  con tutti noi .






TESTIMONIANZA DI NUCCIA DA TERNI
Mi chiamo Nuccia, sono una nonna di cinque nipoti, nel mese di agosto una mia nipote di 15 anni a iniziato ad avere un dolore ad un orecchio, poi alla testa e agli occhi. Successivamente e subentrato un sintomo di nausea con conseguente mancanza di appetito  durato  per diversi giorni. Siamo arrivati al punto di ricoverarla in ospedale perché era subentrata una febbre  molto alta. Affidandomi  a Dio e comunque alla preghiera, non ho esitato a chiedere a Gisella di pregare lei stessa con fervore presso la  Madonna di Trevignano,  affinchè si sapesse al più presto il motivo di questo male.  La Madonna, tramite Gisella ha detto che si trattava di un virus.  I medici dell' ospedale, forse per eccesso di responsabilità  e preoccupati per il dolore che mia nipote aveva agli occhi, hanno  subito eseguito una Tac ed una risonanza magnetica,  poi dopo qualche giorno, le hanno inserito nel cranio un sondino per controllare la pressione intra cranica  di cui  esito dell'esame, ha riportato che tutto era nella  norma. Dopo varie analisi ed antibiotici è stata dimessa dall'ospedale con la diagnosi di "Citomegalovirus", cosi come la Maddonna aveva detto .Aleluia!! Ringrazierò sempre Gisella e la Mamma Celeste che ha protetto con il suo manto la mia nipotina!
La nonna Nuccia




TESTIMONIANZA DI SILVANO

Carissimi Tutti, voglio testimoniare di aver ricevuto una GRAZIA IMMENSA. Ero disperato per la situazione di mio figlio, avevo veramente una grossa e dolorosissima spina nel cuore; Ho chiesto a Gisella e Gianni di pregare per lui e quando Gisella mi ha detto di averlo fatto e di aver ricevuto dalla Madonnina precise indicazioni, ho subito sentito scendere nel mio cuore una serenità che da tanto tempo mi era sconosciuta. Nel giro di qualche giorno, queste precise indicazioni (che all’inizio però non capivamo) si sono puntualmente verificate e ho ricevuto la notizia inaspettatissima del repentino miglioramento della situazione di mio figlio. Purtroppo la storia è troppo lunga e complessa per poter essere raccontata in poche righe e poi, mi sono detto, che la cosa più importante non è la storia in se, bensì il dire a tutti che se il Signore Nostro Gesù e la nostra Mammina Celeste hanno concesso una tale GRAZIA a me, che prima della mia recente (ma vera e sincera) conversione sono stato davvero un grande peccatore, colpevole di una vita a dir poco dissoluta, allora possiamo essere TUTTI certi che DAVVERO la Madonnina ci aspetta TUTTI a braccia aperte e ascolta TUTTE le nostre richieste e che OGNUNO di noi può chiedere con fiducia. Pulite bene i Vostri cuori e le Vostre anime con delle VERE confessioni e affidatevi TOTALMENTE nelle mani di Gesù e della Madonnina insieme ai vostri affanni e preoccupazioni; In modo che LORO trasformeranno la Vostra Vita rendendola piena di gioia e serenità.

Dopo questa immensa GRAZIA , non posso che affidarmi totalmente nelle Mani della Santa Vergine Maria e, per tutta la vita che mi resta , mettermi a Sua totale disposizione anche per il tramite di Gisella e Gianni che certamente sono un Suo canale di Misericordia.

Per quanto io sia solo un misero e inutile uomo, Gisella e Gianni, possono contare su di me per qualsiasi cosa sia utile alla Loro missione e soprattutto alla Gloria della Madonnina e del Suo Disegno Divino.

Cari fratelli in Spirito, cerchiamo TUTTI (ognuno secondo le proprie possibilità) di aiutarLi sia pregando per Loro sia sostenendo appieno la Loro missione a cui sono stati chiamati.

Grazie Cari Gisella e Gianni, che la Madonnina Vi protegga sempre e Vi sostenga in tutto quello che fate.
Io sono con Voi.
In fede
Silvano.

TESTIMONIANZA DI ANNA DA ROMA
Trevignano Romano 11 settembre 2019
Un foglio bianco è un foglio bianco, forse un progetto, un senso di vuoto, un desiderio di raccontarsi, un'incapacità ad essere bilaterali con l'altro; talvolta, come in questo caso, voglia di offrire un contenuto autarchico senza contraddittorio.
E già, basta con la speranza illuministica della Dea ragione, solo disorganicità in nome dell'auspicata libera associazione di idee che spazia, spazia, spazia... e.... racconta.
Ciò che sente.
Come meglio crede.
Mi sono svegliata.
Si fa per dire.
Ho fatto colazione nel silenzio nient'affatto silenzioso del caos metropolitano.
Mi faccio un altro caffè?
O mio Dio, ieri sera non ho attaccato la lavastoviglie! E neanche la lavatrice! Il tempo è incerto: ed il bucato sul terrazzo che fine farà se non lo ritiro?
Mia figlia, sopraggiunta adesso, sembra un panda suonato avendo solo mezz'occhio aperto; prende il sopravvento con il suo egoismo sdrucciolo da ventenne e mi parla di moda, trucco ed arte di seduzione da sfoggiare al prossimo malcapitato.
O mio Dio ma non ho guardato le news Ansa! Chissà che tragedie saranno state scaraventate stanotte su questa valle di lacrime!
Ma il concorso di miss Italia, a che punto è?
Chiara FERRAGNI oggi sta facendo l'influencer per cosa? Un dl di acqua di rubinetto a dieci euro o altro? Quanto invidio queste donne manager di se stesse che rischiano in proprio!!!
Morale: sono già esausta con tutti questi problemi e sono solo le 11,00 di una domenica come tante altre.
Almeno in apparenza.
Sono – e non poteva essere diversamente - stressata e, dunque, mi regalo un po di partite a “fruit ninja” che mi portano del tutto fuori da ogni grazia umana...
O Dio, è già mezzogiorno, devo correre a Trevignano Romano insieme a Mariangela..
Detto, fatto.
Su alla “CROCE”
Sono ancora piena di “lasciami stare” e “mordo” a vista.
Bastano pochi attimi e la clessidra inesorabile del tempo si ferma.
Finalmente; anche perchè è solo una convenzione.
Niente ha più senso, la lavatrice, la lavapiatti, le news ANSA, il cellulare, perfino la figlia (se non come bene prezioso da affidare a LEI).
Come in un'alchimia senza tempo, ritorna la sana lentezza della vita interiore smarrita in una esistenza fatta di tanti niente, di troppi orpelli che anzicchè riempire svuotano di ogni connotazione di umanità esseri non più viventi ma zombie che si dilaniano tra una nevrosi e l'altra.
Gisella, se tu non ci fossi, sarei solo quella della prima parte dello scritto anche se sapevo e so che “nati non foste per viver come bruti...”
Tu, proprio tu, con quel sorriso di eterna ragazza, con la tua solo apparente dolcezza che disarma senza armi l'interlocutore, sei stata capace di aprire i cuori, compreso il mio; il mio scetticismo da (pseudo)intellettuale si sta sciogliendo come neve al sole.
Voglia di glasnost... davvero.
Non so dove tutto ciò mi porterà ma un fatto è certo: mi sento finalmente viva con giornate degne di essere vissute e senza più vuoti a perdere.
Ma ora so perchè sei così tanto: sei portavoce della SIGNORA, elegante e senza tempo, Madre di CHI non oso neanche nominare perchè sono troppo piccola per farlo.
Ieri è stato un trionfo dello SPIRITO, della fede, un mix finemente dosato tra Cielo e terra, che ha azzerato ogni cosa ridicola con cui pensiamo di vivere il quotidiano mentre in realtà vegetiamo sperando che venga domani, meccanicamente, quale alternanza meramente astronomica tra giorno e notte.
Superlativa la SIGNORA, davvero avvolgente.
Splendida creatura tu, le SUE rose sono sempre con te.
Grazie per avermi permesso di vivere, tuo tramite, una nuova me, più profonda e meno ottusa e con il cuore pronto ad accogliere.
Grazie per l'immenso dono della tua amicizia
TVB
Anna



TESTIMONIANZA DI ALESSANDRA DI ROMA
Ho conosciuto Gisella il 3 Aprile 2017. Pochi giorni prima venni a sapere delle apparizioni e così, emozionata e piena di gioia, decisi di andare e da quel giorno, ogni 3 del mese sono sempre stata presente e col tempo anche a tutti i Rosari del martedì e del Sabato. Gisella ormai per me è come una seconda mamma terrena, lei è la piccola grande guerriera di Gesù e di Maria, dietro questa piccola grande donna si nasconde una forza che solo il cielo può dare ️ Mi ha conquistata da subito la sua dolcezza, il suo sorriso e il suo esserci sempre...per tutti! Da quando ho iniziato a frequentare quel luogo Santo e Benedetto la mia vita è diventata sempre più spirituale e meno "superficiale". Ho iniziato ad andare alla Santa Messa tutti i giorni, a confessarmi di frequente e a pregare tanto soprattutto il Rosario, sono riuscita ad abbandonarmi con fiducia nelle mani della nostra Mamma del cielo e ho capito che cielo e terra non sono poi così lontani. Per Grazia di Dio sono stata testimone di numerosissimi episodi, mai nella mia vita avrei pensato di assistere ad eventi del genere! Ero anche presente quando la Santa Vergine ha lacrimato sangue e quel giorno lo ricorderò finché avrò vita. Una volta Gisella mi mise tra le mani la Madonnina e la statuina iniziò a trasudare olio profumatissimo di rose, lo stesso profumo che spesso si sprigiona improvvisamente dal corpo e dalle stimmate di Gisella. Ho visto le emografie apparire sul suo corpo, ho assistito alle sue estasi e ho toccato con mano la sua sofferenza durante la settimana Santa, sempre offerta con amore, nel nascondimento e senza mai un lamento. Ho visto il sole pulsare e ruotare su stesso, ho sentito il cuore riempirsi di una gioia immensa durante le preghiere e i problemi lasciare spazio ad una gioia e una pace inspiegabili. Ogni volta ti senti in Paradiso!!! Gisella e Gianni sono l'emblema dell'amore coniugale, vederli insieme ti fa credere che l'amore, quello Benedetto dal cielo, esiste davvero. Hanno sempre aperto la porta della loro casa per chiunque avesse bisogno di una preghiera o di una parola di conforto. Ringrazio Dio per avermi portato in questo luogo e lo ringrazio ancora di più per aver permesso alla Vergine Santa di guidarci , come solo una Mamma sa fare, in questi tempi così difficili. Non ho mai pensato che i Suoi messaggi fossero catastrofici, in fondo basta guardarsi intorno per rendersi conto di quanto catastrofica sia la realtà e non ho MAI provato paura, neanche per un'istante, perché so con certezza che Maria è sempre con noi e in quanto Madre ci avverte dei pericoli e con immenso Amore ci chiede di pregare, perché sa che la preghiera tutto può. Era doveroso da parte mia testimoniarvi il mio vissuto a Trevignano a lode e gloria di Dio! Aprite il cuore a Gesù , date le vostre mani alla Sua e nostra Mamma e vedrete meraviglie e i messaggi non leggeteli con la curiosità di vedere cosa dovrà accadere, ma assaporateli, meditateli e rileggete anche quelli passati...sentirete quanto è grande l'Amore del cielo per noi e riuscirete a vedere come in un film tutto ciò che si è avverato e allora direte :"grazie Mamma per averci preparato"
Alessandra
Formello (RM) 



















Testimonianza Maria Grazia
Condivido la testimonianza di Alessandra completamente, non potrei trovare parole migliori. Intorno a Gisella e Gianni si è consolidato un gruppo che non è solo di preghiera (anche se la preghiera è il collante) ma è una vera famiglia in cui si condivide ogni esperienza felice o dolorosa, ci si sostiene, ci si consola. Tutti noi abbiamo respirato l'atmosfera indescrivibile di Amore, Fede, Gioia che di respira nella loro casa che è stata aperta con generosità e sacrificio dell'intimità e della vita privata. Non ringrazierò mai abbastanza Dio di avermi concesso l'enorme privilegio di condividere questa straordinaria esperienza che ha reso più forte la mia fede e più serena la mia vita.



Testimonianza Dora
Salve Gianni, sono Dora la mamma di Alessandra e volevo rendere testimonianza di una grazia ricevuta dalla Madonnina di Trevignano.
Il 14 Novembre mio marito Antonio ha avuto un brutto infarto ma grazie alle preghiere di Gisella e del gruppo la Madonna lo ha salvato. Quella mattina era a lavoro e ha avvertito un indolenzimento alle braccia e un leggero malessere. Di solito mio marito non è una persona apprensiva ma quel giorno nonostante i sintomi blandi, ha sentito dentro di sé come un'urgenza di doversi recare al pronto soccorso, come se una forza dall'alto lo spingesse ad andare, così mi chiama e mi dice che sarebbe passato a prendermi a casa per poi dirigerci in ospedale. Arrivati al ps, grazie a Dio troviamo pochissima gente e troviamo subito un cardiologo che sembrava stesse ad aspettarlo. Lo fa distendere sul lettino, fanno subito un elettrocardiogramma e un prelievo ed entrambi i risultati sono evidenti: c'è un infarto in corso. Mettono immediatamente mio marito in ambulanza per trasferirlo con estrema urgenza in un centro specializzato dove gli avrebbero praticato immediatamente un angioplastica per via di un'ostruzione ad una coronaria. Nel frattempo avverto mia figlia che vive vicino Roma, la quale chiede subito preghiera a Gisella e al gruppo di preghiera di cui fa parte. Gisella la rassicura subito dicendole che la Madonna le aveva detto di stare tranquilla perché sarebbe andato tutto bene. E così è stato! Arrivato all'ospedale di Baggiovara è stato immediatamente sottoposto ad un intervento chirurgico riuscito perfettamente. Il tutto è successo nell'arco di un'ora circa, i medici hanno detto che se avesse tardato anche di poco adesso non sarebbe qui. Io e Antonio e mia figlia ringraziamo la Madonnina di Trevignano per averci soccorso con il suo Amore e con la sua premura, ringraziamo Dio che nulla rifiuta alla nostra Mamma e ringraziamo di cuore Gisella che, come un angelo, porta le nostre preghiere al cielo e le consegna tra le mani di Maria. Grazie, grazie , grazie ❤️


Fratello Luigi
In questi giorni mi sono fatto tante domande. Ad alcune ho dato risposte, ad altre ancora no. Forse non è facile affrontare le cose dello spirito con leggerezza. Mi sono chiesto, per esempio, se credevo alle apparizioni di Trevignano ed ho risposto sì. Mi sono chiesto dove sta la mia Chiesa e ho avuto un po' di timore nel rispondere. Che Trevignano sia vera, non ho dubbi. Non sono un angelo per discernere le verità del trascendente. La certezza arriva da una diagnosi in campo universitario: tre trombosi, due emboli polmonari, una metastasi al fegato, una ciste sospetta al rene, sangue occulto nelle feci, cinque noduli alla tiroide e dulcis in fundo (del tipo non mi faccio mancare nulla) diabete con rischio del coma a 480. Non accenno al cuore perché preferisco ignorarlo. Una valvola mitralica insufficiente e pressione arteriosa e venosa alle stelle. Ma queste sono sciocchezzuole. A 67 anni dicono che sia normale avere acciacchi. Non è normale sentirsi dire dal professore “Può andare via perché non siamo in grado di curarla. Le consiglio una struttura più idonea”. Puntuale una telefonata dal cielo. Squilla il telefono. Chi è? Indovinate un po'? La signora Gisella. “Come stai?” Racconto con ogni dovizia di particolari. Il resto lo lascio alla vostra immaginazione. Vi dico solo che: corro come un ragazzino, mi diverto come un fanciullo e gioco come un pupetto. Sono trascorsi otto mesi. Non è rimasta traccia di nulla, tranne il colore dei capelli che sono rimasti bianchi. Il miracolo dei capelli non è stato possibile. Pazienza me ne faccio una ragione. In quanto alla seconda domanda, ho avuto timore di rispondere. La mia Chiesa? Quando si tratta di riparare il tetto è mia, quando si tratta di domandare la comunione in bocca non è più mia. Perbacco per dindirintina. La mia Chiesa? La vedo più bella e mia, dopo il trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Adesso vado sulla collina e mi illumino di immenso, poi scendo nel buio della mia pseudo chiesa affittata ai luterani, ai calvinisti, ai protestanti e accendo una candela. Perché l’accendo? Lo so che siete curiosi. In un angolino, come se fosse appestato, c’è il mio Re che se ne sta tutto soletto. Io per rincuorarlo lascio il mio angelo custode. Eppure, nonostante questo, resta triste. Un giorno gli ho detto: o sorridi oppure faccio il pagliaccio e ti faccio ridere a forza. Io non ho visioni e neppure locuzioni. Però ho sentito nel cuore una domanda che mi ha rattristato molto e mi ha fatto piangere: “Dove sono gli altri? Dove sono i tuoi fratelli?”.
Forse per questo la collina della Madonnina è importante: ci vado e domando a Lei, con il rosario: “Mamma raduna i tuoi figli. Gesù li sta aspettando”.
Volete sapere chi è Gisella? È tutto ciò che ho raccontato. Il resto fatevelo raccontare dal vostro angelo custode. Io adesso ho da fare. Pace e bene


Barbara e Bruno
Anche noi seguiamo Gisella sin dal 3 novembre 2016, data della prima apparizione sul monte a Trevignano. Siamo stati testimoni di tantissimi, ma veramente tantissimi, eventi straordinari insieme a Gisella e Gianni (profumi, lacrimazioni, emografie...) e non sappiamo proprio quale sia il più significativo o importante. Abbiamo da subito creduto e quando abbiamo cercato conferme a questa attrazione che provavamo, le abbiamo trovate nella preghiera davanti al Santissimo, nella profonda pace che si prova accanto a Gisella, sul monte, nella casa di Gisella e Gianni, nelle Sante Messe partecipate insieme e durante la recita del rosario insieme a loro.
Ho visto le stigmate con i miei occhi, non perché ostentate. Guardando le mani di Gisella fasciate, Gisella stessa mi chiese se volevo vederle, ma mi sembrava di mancare di rispetto a tanta sacralità e allora le ho detto "no, non ne ho bisogno" e lei allora con tanta dolcezza, avvicinó le mani al mio viso e mi disse " però il profumo lo devi sentire! " Avvicinandomi e guardando le sue mani sotto i miei occhi, intravvedo dalle bende, morbidamente sollevate, i lembi di carne alzati, la carne viva....e sento un profumo inebriante....alzai gli occhi sconvolta, pensando soltanto a quanto dolore potesse provare e Gisella, con un grande ed amorevole sorriso, mi disse "queste sono le cose belle del Signore!" Non potrò mai dimenticare quel momento e tanti altri che custodiamo nel nostro cuore e che probabilmente ci vorrebbe un libro per raccontarli tutti. Per esempio il 3 febbraio 2020 Gisella chiede a nostra figlia di poter recitare qualche decina. Nostra figlia da qualche mese ha seri problemi di udito ad entrambe le orecchie. Pensiamo subito che recitare il Rosario durante l'apparizione affianco a Gisella fosse una grazia enorme per lei e per noi. Termina il rosario, ci salutiamo e torniamo a casa. Chiara, durante la cena, dice di sentire strani rumori da un orecchio e subito dopo dice che l'orecchio si è aperto e sente di nuovo. Rimaniamo sbalorditi, ma non commentiamo troppo di fronte ai nostri figli. Come d'abitudine, dopo ogni rosario del 3, la sera ci sentiamo con Gisella e Gianni per condividere le emozioni, quindi squilla il telefono. Era Gisella, ci raccontiamo come al solito le esperienze vissute e volevamo raccontare l'episodio di Chiara ma eravamo un po' emozionati perché non sapevamo se tutto ciò fosse una grazia scesa dal cielo e in quel mentre Gisella chiede "piuttosto, ditemi come va l'orecchio di Chiara, la Madonna mi ha detto che oggi sarebbe successo qualcosa e che poi pian piano tornerà tutto normale." Ovviamente la gioia è stata grande nei nostri cuori.
Potremmo continuare a raccontare....
Chi parla di eresia, non sa cosa dice e sa di essere in malafede, perché parla senza aver fatto esperienza, a differenza di noi che le viviamo in prima persona.
Gisella e Gianni, grazie per il vostro sì! Grazie alla nostra Mamma Celeste e a Gesù che vi hanno posto sul nostro cammino!


Silvano
Ho conosciuto Gisella e Gianni nell’estate del 2018 quando, disperato per le brutte condizioni psichiche di mio figlio stavo attraversando il periodo più brutto della mia vita. Per una serie di “combinazioni fortuite” (che io ormai chiamo “Dioincidenze”) venni a sapere delle apparizioni di Trevignano Romano che già avvenivano da un paio di anni ma delle quali io, pur frequentando Trevignano da tempo, non avevo mai saputo nulla. Andai alla prima apparizione successiva e, letteralmente, rimasi incantato sia dal luogo sia dalla fervente, pura, semplice, genuina e sana religiosità che lì si respirava. Forzando la mia innata e patologica timidezza mi presentai a Gisella e Gianni che immediatamente mi accolsero con vero amore fraterno, dolcezza angelica ed estrema semplicità e cordialità. Da subito provai verso di Loro una grande attrazione umana e spirituale. Cominciai a frequentare i Rosari del Martedì e Sabato che normalmente si tenevano nella Cappellina del Sacro Cuore e chiesi ed ottenni di entrare nel Gruppo di Preghiera. Da subito potei vedere con i miei occhi le “Meraviglie del Cielo”: Madonnine lacrimare, Crocefisso ricoprirsi di vero sangue, fenomeni quali roteazioni e pulsazioni del sole. Sempre su Gisella testimonio le intense folate di profumo che si emanano dalla Sua persona, essudazioni di olio dalle mani in grande quantità, emografie, stigmate, estasi, grandi sofferenze fisiche durante la Settimana Santa.
Come ho detto all’inizio mi sono rivolto a Gisella per ottenere, tramite le Sue preghiere, la grazia dalla Madonnina della guarigione di mio figlio; cosa prontamente avvenuta (la testimonianza si trova nel libro “In cammino con Maria” di Ferdinando Carignani). Cito un’altro episodio che ha riguardato la mia anziana madre che, in seguito ad una brutta caduta, era stata portata in ospedale (frattura scomposta dell’omero) per subire un intervento ortopedico che i medici definivano assolutamente inevitabile. Subito avvisata, Gisella ha pregato per Lei e immediatamente mi ha richiamato descrivendomi tutto il decorso che avrebbe avuto mia madre (senza intervento ortopedico) utilizzando le stesse identiche parole (anche le virgole!!) che in seguito hanno usato i Medici.
Ovviamente l’intervento assolutamente indispensabile per i medici, dopo le parole di Gisella che lo escludevano, non si è più reso necessario.
Parlando di Gisella non posso non parlare anche di Gianni, il Suo adorato ed inseparabile marito con il quale forma una coppia che trasuda vero amore da tutti i pori. Anche Gianni è davvero incredibile; infaticabile (chiaramente ha una energia che gli viene “dall’Alto”), amabile (è sempre il primo a venirti incontro, abbracciarti e chiederti come stai). Io spesso ho ricevuto tramite Lui risposte a miei quesiti interiori come se mi leggesse nel pensiero o nel cuore.
Concludo con due parole sul meraviglioso Gruppo di Preghiera che supporta Gisella e Gianni; sono dei veri fratelli, pronti ad accogliere e ad aiutare chiunque senza chiedere niente in cambio.
In fede
Silvano Bauco


TESTIMONIANZA DI FRANCESCO BONOMO SULLE APPARIZIONI DI TREVIGNANO
Nel corso della mia vita ho maturato tantissime esperienze caritative in alcuni settori del volontariato. Con l’Unitalsi, come barelliere, ho effettuato una ventina di pellegrinaggi a Lourdes e Loreto oltre a decine di giornate del malato tra le quali numerose quelle dell’11 febbraio a Roma in udienza dal S. Padre. Ho partecipato a tanti altri, con o senza i malati, a Fatima, Banneux in Belgio,, Nevert, dov’è Bernadette, Czestochowa, Pompei e varie volte in Terra Santa; ne ho organizzati molti altri a Medugorje, San Giovanni Rotondo e in tanti luoghi di culto francescani e mariani.
Ho viaggiato molto verso le mete dello Spirito, spesso col mio amico parroco don Giuseppe, deceduto nel 2009, che mi ha anche introdotto nel canale dei carismatici facendomi conoscere e frequentare Giuliana Buttini Crescio che ebbe il dono di ricevere dall’Alto messaggi di Gesù, Maria, Santi, Angeli, poeti e personalità di varia natura. Ho amato questa creatura e mi sono appassionato a lei, curando, sempre col mio parroco don Giuseppe, anche la stesura del libro “Le Mie risposte”, tratto da messaggi di Gesù.
Qualche anno fa, un amico mi parlò di Trevignano, in merito ad apparizioni della Santa Vergine ad una donna che avvenivano il tre di ogni mese. Misi subito in essere l’idea di andare, ma per un certo periodo, proprio il tre, si verificavano imprevisti di varia natura.
Finalmente potei recarmi a Trevignano, mi pare nel maggio 2017; scesi in paese e mi fu indicata la località dove avveniva l’apparizione.
Fu così che mi ritrovai nel luogo che Dio Padre aveva scelto e benedetto per l’umanità dove Lui stesso, Gesù e Maria si palesavano per parlare all’intero universo.
Era presto, forse le ore tredici, non c’era ancora molta gente; ebbi così modo di conoscere una signora alla quale feci qualche domanda su ciò che avveniva; in particolare mi stava parlando della veggente quando ad un tratto disse: “Eccola, è quella signora”! “Ma ci si può parlare?”, replicai. “Certamente, mi disse lei”. Eravamo seduti, mi alzai e notai che “quella signora” mi stava venendo incontro. Fui subito colpito dal suo sorriso, sicuramente umano ma con qualcosa di “mera- vigliosamente diverso” e dallo sguardo rassicurante, pulito e armonioso. “Io sono Francesco” dissi, “ed io sono Gisella,” mi rispose, e fu lì che al percepire quella voce sentii in me un’ emozione profonda, differente, veramente sublime, che poco dopo, durante l’apparizione, si palesò come la più bella ed intensa emozione che avessi mai potuto percepire nella mia vita.
E ne avevo avute tante, sia in merito ai luoghi frequentati, che al contesto di molti avvenimenti personali come il mio matrimonio, celebrato durante la messa ufficiale del pellegrinaggio dell’Unitalsi, all’Altare Maggiore davanti la santa casa di Loreto, dove non sposa generalmente nessuno; oppure emozioni particolari in Terra Santa, presso la basilica della Dormizione, al monte delle Beatitudini, al Sepolcro, oppure la meditazione al Calvario, al santuario della Madonna dei poveri a Banneux, tra i più belli che ho conosciuto o al sentirmi stringere la mano da Giovanni Paolo II.
Ecco, l’emozione che ho provato e si rinnova sempre a Trevignano, è di gran lunga superiore a tutte le altre, un’ emozione che da allora mi coccola, della quale avevo bisogno, che mi ha subito portato a frequentare Gisella e suo marito Gianni, eppoi don Luigi, la chiesa di Trevignano dove il martedi ed il sabato avvengono le altre due apparizioni settimanali. E ancora ad essere entusiasta dell’Associazione “La Madonna del Rosario e a far parte del gruppo della Regina del Rosario dove ho incontrato tante sorelle e fratelli con i quali si è formata una vera famiglia che come negli Atti degli Apostoli hanno un’anima sola ed un cuore solo.
Ho amato e studiato così tanto i messaggi che pervengono a Gisella da ripetere quanto avevo già fatto con la Giuliana Crescio: un libro. Un libro di parole, frasi e messaggi di Gesù e Maria, composto da me, ma scritto esclusivamente da Loro, dal titolo: “Noi e il cielo racchiusi in un libro”.
E’ il 4° libro sulle apparizioni di Trevignano che viene stampato in Italia; in Polonia stanno traducendo i primi tre e da quanto è a mia conoscenza vanno a ruba.
Ma vorrei tornare a Gisella. Dopo quel primo incontro, al colle, peraltro breve, le chiesi di poterla incontrare; qualche giorno ed ero a casa sua dove mi offrì subito il profumo che emanavano le sue benedette mani che per pochi istanti racchiusero la mia corona: per alcuni giorni ebbi quel profumo tutto per me.
Fu un colloquio amorevole, come se ci fossimo conosciuti da sempre perché da sempre abitavamo nella mente di Dio.
Gisella dunque disponibile, non solo con me ma con altri, quanti hanno chiesto la sua amorevole comprensione spesso nelle particolari ed umane situazioni della vita e quale tramite verso Gesù e Maria.
Gisella immediata, umile ed amabile nel trasferire alla Mamma Celeste le quotidiane e sofferte richieste e speranze. Forse dovrei anch’io riferire in merito qualcosa di straordinario.
Gisella gioiosa, sempre; in particolare di grande esempio nella quarantena del Covid, trasparendo dall’animo una serenità ripiena di luce e di amore. Gioiosa anche nelle sue sofferenze, soprattutto nel periodo pasquale; ricordo il Rosario a casa sua, il giorno di Pasqua dello scorso anno; le ero vicino ed ho toccato la stigmata della sua mano destra.
Gisella illuminata dall’Alto da un sole che spesso pulsa, palpita e disegna splendore, Gisella che riflette al mondo la celeste Luce.
Gisella, col suo amato sposo, scelta fra tutti per far conoscere il disegno e la Parola di Dio.
Gisella mistica, nel continuo fraseggio che riecheggia la quotidiana presenza di Gesù e Maria.
A Trevignano, nel miracolo, sempre per me si rinnova l’altro miracolo del poter partecipare all’evento, direttamente, vicino a Gisella. Non nel solo ricordo di quelli di Lourdes o di Fatima, avvenuti oltre un secolo fa, non nelle apparizioni accompagnate spesso dalle caotiche arrampicate nelle colline di Medugorje, ma semplicemente a Trevignano, a pochi passi da casa, confortato sempre dal sereno e splendente sorriso di colei che vede, ammira e trasforma in adeguato amore.
Volti amici si alternano al colle a volti sconosciuti. Tutti trepidano, eppoi ecco, giunge il momento tanto atteso: Cari figli, tesori miei, miei bambini…; le domande d’obbligo: perché a me? Perché io?
Un giorno lo sapremo.
Per il momento lodiamo il Signore Iddio e la Madonna Santissima che hanno permesso la nostra presenza e gridiamo all’unisono: “Io c’ero”.
Francesco Bonomo















































































































































1 commento:

  1. Hola Buenas noches yo quisiera pedir a Gisella y Gianni, que oren por mi y mi familia, y le pidan a la Madre Maria bendiciones para mi y mi familia. Yo vivo en Argentina, en el norte de ARgentina, provincia de Tucuman, no se como contactarlos por eso les escribo este comentario, este es mi correo electronico horcres1@gmail.com , mi nombre es Horacio Alejandro Crespin . Saludos desde Argentina

    RispondiElimina