ASSOCIAZIONE "PREFAZIONE"





“La Madonna di Trevignano Romano -Onlus”
Intorno ai messaggi e alle manifestazioni della Madonna di Trevignano Romano si è formato un movimento di persone, sempre crescente, desideroso di seguire gli appelli della Madonna e vivere con impegno la vita cristiana.

La prima urgente risposta alle richieste della Madre celeste è la preghiera praticata in maniera personale e la conversione. In unione con altre persone, costituendo dei piccoli gruppi di preghiera, memori di quanto ha detto Gesù: “Dove sono due o più riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. Un’anima che prega eleva se stessa ed eleva il mondo intero tirandolo fuori dal degrado morale che lo porta alla rovina eterna. Ma oltre alla preghiera sono necessarie opere concrete di carità fraterna.

A tale scopo è stata costituita una Associazione con la denominazione “La Madonna di Trevignano Romano Ets Onlus” registrata in data 8 luglio 2019 al n° 3133 serie 3. L’Associazione ispirata dai valori cristiani, a favore di ogni persona ed in particolare delle persone più deboli o svantaggiate, fonda la propria attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia e della partecipazione sociale.

L’Associazione persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, attraverso l’esercizio, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale.


Essa opera nei seguenti settori:

· assistenza e solidarietà sociale;

· beneficenza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti di cui alla legge 19 agosto 2016, n.166, e successive modificazioni, o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale a norma dell’art.5, comma 1, Codice del Terzo Settore;

· promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata.

L’Associazione persegue le seguenti finalità:

· cessione di beni e prestazione di servizi dirette ad arrecare benefici a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

Così ci si muove su due binari fondamentali: quello della preghiera che pone in una profonda relazione filiale con Dio, e quello delle opere di carità che pone in relazione agli altri come fratelli figli dello stesso Padre che è nei cieli. E’ l’adempimento dei comandamenti dateci da Gesù: “Amare Dio con tutto il cuore e amare i fratelli come se stessi”.